Chiusura temporanea dal 23 marzo al 13 aprile

“Duri i banchi!” è un modo di dire veneziano a cui sono molto affezionato.
Pare che i comandanti della Serenissima gridassero “Duri ai banchi!” ai marinai per incitarli a mollare i remi e ad afferrare le panche su cui erano seduti. Quando l’impatto con una nave nemica, o quando il vento e le onde rischiavano di spezzare la barca, l’unica cosa da fare era chiudere gli occhi e reggersi forte.
Oggi se un amico ti dice “Duri i banchi, vecio” significa che, tenendo duro contro ogni avversità, ce la farai.

Questo lunedì Mazzer non riaprirà le porte: dal 1948, anno di fondazione, non era mai successo. Crediamo sia la cosa giusta per la salute delle donne e degli uomini che vi lavorano. Siamo vicini a tutti i fornitori, i clienti e i baristi che stanno attraversando un momento difficile.
Non sappiamo con certezza quando riapriremo, dipenderà dai prossimi decreti, ma sappiamo che quel giorno ricominceremo a fare macinacaffè, come abbiamo sempre fatto.

Duri i banchi!

Giovanni Mazzer
Presidente